A proposito del Grande Progetto

Chi siamo ?

Prima di tutto, siamo cittadini comuni e non apparteniamo a nessun partito politico.

Inoltre, crediamo che il denaro sia inutile e persino contrario a un mondo migliore.

Inoltre, una societa’ di condivisione metterebbe fine ai nostri problemi più profondi, dalla nostra vita quotidiana alla conservazione del Pianeta.

Ne creerebbe altri nuovi ? Assolutamente no

MOCICA non vede altro che soluzioni.

Jean Philippe :

“In una situazione di crisi mi obbligo a 2 regole :
Prima di tutto, analizzare tutte le opzioni.
In seguito, non scartarne nessuna sulla base di preconcetti.
Eppure, tra tutte, sopprimere il denaro sembrava essere la più folle all’inizio e l’inevitabile alla fine.
Infatti, il mio approcchio non era quello di trovare una via di uscita.
Ma l’analisi approfondita di questa opzione ha rivelato un piano d’azione che credo sia all’altezza di tutte le sfide del nostro tempo “.

Jean Philippe HUBER, Fondatore di MOCICA.
Hugo :

“Prima di tutto, non so come esprimere quanto questo progetto abbia senso. Infatti, per liberarsi dalle derive causate dal denaro, dal peso mentale che rappresenta e per risolvere molti problemi della società attuale, é sufficiente aderire al progetto… In effetti, è passato molto tempo da quando ho ricevuto cosi’ tanto per cosi’ poco.

Inoltre, una volta eliminate le questioni che sembrano bloccare la traiettoria verso un mondo senza denaro, scopriamo un universo ricco di nuove possibilita’, per il benessere di tutti.

Per terminare, contribuire alla co-creazione é molto stimolante.”

Hugo, Co-organizzatore.
Jean Baptiste :

” Quando mio fratello JP mi ha parlato per la prima volta del suo progetto Mocica, non ebbe nessun bisogno di discuterne. Infatti, ho accettato subito, mi sembrava cosi’ ovvio ! Inoltre era il perfetto timing, poiché aveva anche bisogno di uno specialista in informatica “

Jean Baptiste, Webmaster.
Mika :

” Ho deciso di unirmi a MOCICA poiché oggi siamo ai limiti di tutti i nostri sistemi esistenziali, e gli effetti delle nostre azioni stanno mettendo in pericolo l’umanita’. Inoltre, é essenziale per me passare da un’umanita’ dell’avere a un’umanita’ dell’essere. In effetti, questa é la nostra sfida attuale e MOCICA ci permette di rispondere in modo pragmatico a questo cambiamento di coscienza”.

Mika, Consultante alla comunicazione.
Stéphanie :

“Questo progetto ha rinvigorito la mia fiducia. Ho la certezza assoluta che insieme potremmo cambiare, cessare di essere schiavi di un sistema oppressante. Ora vedo la luce in un tunnel che prima era buio”

Stéphanie, Traduttrice.
Sonia :

” Prima di tutto, la relazione di mercato, qualunque siano le sue modalita’ (uso di una moneta, baratto, sistema di scambio locale, giardino di scambio universale, ecc.), ha inevitabilmente un effetto deleterio sull’equita’ di ciò che offro e ricevo.
Inadeguato alla salute degli esseri viventi e, inoltre, basato sul ricatto e sul merito per vivere, é chiaramente un guastafeste !
Una costruzione umana discutibile e rievocabile.
In conclusione, contribuisco a MOCICA,